• Cucina Siciliana

    Sarde a beccafico: una vera delizia per i palati più fini

    Il nome di questo particolare piatto deriva da un uccello chiamato “beccafico”. In passato la nobiltà siciliana andava a caccia di questi uccellini e li consumava farciti delle loro stesse interiora. Il piatto era delizioso ma considerato un bene di lusso dal popolo che decise di utilizzare le materie prime che poteva permettersi e al posto delle interiora utilizzarono come ripieno la mollica di pane e pinoli. E’un piatto tipico siciliano riconosciuto e inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T.) Il piatto è molto semplice e facile da preparare ed è buono anche in estate perché si può mangiare freddo. PREPARAZIONE Per preparare le sarde a beccafico, basta…