• Da vedere

    Palermo – Itinerario barocco (III parte)

    Carissimi amici, prosegue il nostro tour all’interno del barocco palermitano. Oggi ci occuperemo di due chiese all’apparenza semplici, per via del loro esterno, ma ricchissime di tesori dentro. Esse sono Santa Caterina d’Alessandria e Santa Chiara. SANTA CATERINA D’ALESSANDRIA Cenni Storici La chiesa di Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto fa parte di un complesso monumentale insieme al convento domenicano e occupa l’area a nord di Corso Vittorio Emanuele, a ovest Piazza Pretoria, a sud Piazza Bellini, in cui ci sono altre due chiese di cui vi parleremo in altri articoli. Grazie a Federico II di Svevia, arriva a Palermo l’Ordine dei frati predicatori. Sotto la direzione di questo ordine viene istituito…

  • Da vedere

    Palermo – Itinerario barocco (II parte)

    Cari lettori, continua il nostro tour nel barocco a Palermo. Altre due chiese importanti e ricche di storia e bellezza sono San Domenico e Sant’Anna la Misericordia. CHIESA DI SAN DOMENICO Cenni storici La chiesa di San Domenico è la seconda chiesa di Palermo per importanza dopo la Cattedrale e si trova nell’omonima piazza, nel quartiere La Loggia. Dopo la riconquista dell’isola ad opera di Ruggero d’Altavilla, bisnonno materno del nostro Federico II, scatta l’impulso di cambiare il tessuto sociale. È in questo periodo che vengono costruiti nuovi edifici o che si ingrandiscono e abbelliscono quelli di matrice islamica. Ed è proprio in questo periodo che, tra il 1280 e…

  • Da vedere

    Palermo – Itinerario barocco (I parte)

    Carissimi amici, inizia qui l’itinerario barocco per le strade di Palermo e inizieremo proprio con due degli emblemi del barocco in Sicilia, ovvero la Chiesa del Gesù, meglio conosciuta come Casa Professa, e la Chiesa di San Giuseppe dei Teatini. CASA PROFESSA Cenni storici Essa è una delle più importanti chiese barocche di Palermo e di tutta la Sicilia ed è ubicata nel centro storico della città nel mandamento di Palazzo Reale in cui vi sono altre chiese. L’esistenza di un luogo di culto dove sorge l’attuale chiesa è documentata già dall’884, anno in cui viene registrato un convento e un tempio di S. Filippo d’Argirò, fondato dai monaci basiliani. Nel…

  • News

    News in arrivo

    Cari Amici lettori, Trinakria Stupor mundi ha deciso di regalarVi dei Tour virtuali attraverso le città siciliane. Cominceremo con Palermo che è la nostra città di residenza. Come ben sapete, e se non lo sapete avrete modo di scoprirlo presto, il capoluogo siciliano è pieno di monumenti e ricco di storia. È per questo motivo che abbiamo deciso di dividere i tour in stili. Cominceremo con quello barocco che proprio a Palermo ha lasciato un maggiore segno nelle chiese più importanti. Proseguiremo poi con gli altri stili e Vi accompagneremo passo dopo passo anche nelle altre città. Speriamo Vi piaccia l’idea. Continuate comunque a seguirci sui nostri profili social Facebook…

  • Sicilianità

    Ciao, Maestro.

    Non esiste un modo giusto per ringraziarti per ciò che hai fatto per questa terra. Per averla amata, elevata alla sua meritata grandezza tramite i tuoi racconti. Per averla fatta conoscere al mondo, aver fatto vedere a tutti che la Sicilia non è solo coppola e lupara ma tanto e molto altro di più. Ci lasci tutti un po’ orfani e lasci un vuoto immenso.Ci resta in eredità ciò che in questi anni il tuo genio ha saputo creare, i tuoi libri, tesoro di inestimabile valore e la tua grande saggezza. Con te va via quella parte di Sicilia che non vuole arrendersi. Quando qualcuno lassù ti chiederà cosa ti…

  • Folklore

    Festa del mandorlo in fiore, festa d’amore e di rinascita

    La festa del mandorlo in fiore è una festa popolare della città di Agrigento, che si ripete ogni anno all’inizio del mese di marzo e dura circa una settimana. Lo scopo è quello di festeggiare l’arrivo della primavera con il rifiorire dei mandorli e di gioire per il ritorno della vita. La manifestazione inizia con una visita, al tramonto, alla Valle dei Templi e continua con l’accensione della “fiaccola dell’amicizia” davanti al Tempio della Concordia. Alla fine i gruppi folkloristici sfilano con i carri siciliani e le bande musicali locali. Questa festa si fa risalire al mito scritto da Omero, che racconta la fioritura del mandorlo. Essa sarebbe collegata alla…

  • Da vedere

    La Valle dei Templi che dal Grand Tour ai giorni nostri continua a far innamorare i turisti

    La Valle dei Templi è un’area archeologica della Sicilia al cui interno si trovano importanti templi dorici del periodo ellenico. Corrisponde all’antica Akragas, monumentale nucleo originario della città di Agrigento. Dal 1997 l’intera zona è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità Unesco. E’ il sito archeologico più grande del mondo, con i suoi 1300 ettari di terreno, e ogni anno viene visitato da milioni di  persone. Durante il periodo del Grand Tour, in cui vari scrittori vennero ad ammirare le bellezze della nostra penisola, Goethe, visitando la Sicilia, rimane profondamente affascinato dalla Valle dei Templi e da tutto ciò che vi è attorno. Due sono i passi nel suo…

  • Folklore

    Il Carnevale in Sicilia, festa allegorica e carica di significato

    Il Carnevale, festa pagana di antiche origini, si rifà molto probabilmente alle feste ellenistiche ateniesi che si svolgevano in onore di Iside agli inizi di marzo e in onore di Dioniso a fine febbraio. Il termine ha origine dal latino “Carmen levare”, cioè al divieto ecclesiastico di consumare carne durante il periodo di Quaresima. La festa è proprio espressione di spensieratezza e trasgressione per evadere da questo periodo di penitenza e digiuno. In sicilia, dove le origini del carnevale risalgono al 1600, le maschere più famose sono quella dei Jardinara (giardinieri)  e dei Varca, note per lo più nella provincia di Palermo, e quelle dei briganti nel catanese. Come in…

  • Da vedere

    Cattedrale di Sant’Agata, gioiello del barocco catanese

    La Cattedrale di Catania è dedicata alla vergine e martire Sant’Agata, patrona della città. Esso si trova nel centro storico della città, nel lato sud – est di Piazza del Duomo. CENNI STORICI La chiesa è stata più volte distrutta e riedificata dopo le diverse eruzioni vulcaniche e i vari terremoti che si sono susseguiti nel tempo. La prima struttura risale al periodo 1086 – 1094 e viene realizzata, per volere di re Ruggero d’Altavilla, sulle rovine delle Terme Achilliane (II secolo d.C.). Accanto al prospetto meridionale viene edificato il monastero dell’ordine benedettino. Nel 1693 il terremoto che colpisce la Val di Noto la distrugge quasi del tutto lasciando in…

  • Folklore

    Festa di Sant’Agata, la martire venerata da tutti i Siciliani, simbolo della lotta all’oppressore.

    La festa si svolge tutti gli anni dal 3 al 5 febbraio, il 12 febbraio e il 17 agosto. La ricorrenza nei giorni di febbraio è legata al martirio della Santa mentre la data di agosto celebra il ritorno a Catania delle sue spoglie, dopo che esse erano state rubate e portate a Costantinopoli dal generale bizantino Maniace. CHI E’ SANT’AGATA La giovane fanciulla visse nel III secolo. Figlia di una nobile famiglia catanese, sin da piccola consacrò la sua vita alla religione cristiana. Venne però notata dal governatore romano Quinziano che la voleva per sé. La ragazza fuggì a Palermo, nella sua villa al quartiere Giulia ma il governatore…