Folklore

Trinacria o Triscele? Cosa c’è dietro il simbolo della bandiera siciliana?

Carissimi lettori, è arrivato il momento di spiegarvi cosa rappresenta il simbolo Trinacria e perché esso è stato scelto giusto per rappresentare la Sicilia.

Intanto, si tratta della raffigurazione di un essere con tre gambe. E’ un simbolo di origine Indo – aria ed è molto somigliante a simboli di altre civiltà antiche come i Celti e di diverse aree geografiche come Centro America, Mesopotamia e India.

Il nome Trinacria deriva dalla lingua greca Trinakria che significa treis (tre) e àkra (promontori) che rappresentano i tre vertici della Sicilia. Infatti, a differenza della forma tonda di tutte le altre isole, la nostra ha una particolare configurazione geografica in quanto è caratterizzata da tre promontori, Pachino, Peloro e Lilibeo e tre vertici che rimandano alla figura geometrica del triangolo.

Dopo il ritrovamento di una Triscele (antico simbolo celtico formato da tre spirali unite in un unico punto centrale) a Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, sarebbe da accreditare l’ipotesi dell’origine minoica delle prime civiltà sull’isola. Questa triscele, in terracotta, è conservata al Museo Archeologico di Agrigento. Durante la civiltà minoica (2000 a.C.) questo simbolo esprimeva il movimento delle tre gambe ovvero Cosmo, Vita e Divenire.

Il triscele rinvenuto a Palma di Montechiaro.

Ciò spiega che la Triscele non ha origini prettamente siciliane ma, in maniera più generale, mediterranee e quindi niente ha a che vedere con la forma triangolare dell’isola. Tuttavia, con il passare dei secoli, la triscele è diventata il simbolo che più rappresenta la Sicilia, tanto da metterlo sulla bandiera della Regione. Bandiera, la nostra, che è il quarto vessillo più antico del mondo. Altro primato di cui andiamo orgogliosi.

Francesca

PH Marianna

La foto del triscele appartiene al sito www.tanogabo.it

La Bandiera della Sicilia, accanto a quella europea e italiana, esposta al balcone di Palazzo delle Aquile (Palazzo Pretorio o Palazzo di Città), sede di rappresentanza del Comune di Palermo.

 

Museo Archeologico di Agrigento
(C/da San Nicola)
Orari visite: da Mar. a Sab. 9.00 – 19.30
Festivi e lunedì 9.00 – 13.30
Ticket: Intero 8.00 euro
Ridotto 4.00 euro
Gratuito la I domenica del mese
Francesca

Vive a Palermo. Appassionata di lettura e scrittura e innamorata della Sicilia e di ogni suo piccolo angolo. Laureata in Scienze turistiche con una tesi su come il turismo in Sicilia sia stato influenzato dai mass media.

2 commenti

  • Marianna

    Marianna

    Grazie a Fabio Messina: “Trinacria… nome che a me piace credere sia giusto attribuire ai Siculi che – secondo alcuni grandi studiosi della storia antica di Sicilia – quando videro le meraviglie della nostra isola, rimasero tanto incantati da definirla con due termini sanscriti TRNA-KRJIA – Il Giardino del Creato.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *