Da vedere

Vergine Maria, il borgo tra montagna e mare

Sono nata in questa borgata, piccolo angolo di paradiso della periferia di  Palermo.

Tonnara Bordonaro da Monte Pellegrino

Qui sembra di essere in perenne vacanza. Le case arrivano fin sulla spiaggia e la montagna, quel famoso Monte Pellegrino tanto amato dagli scrittori del Grand Tour, ci circonda e ci protegge dal sole cocente dell’estate (il sole va via alle 16:00) e dai venti più forti.

A Vergine Maria non ci sono grandi negozi, non ci sono banche, non ci sono nemmeno piccole botteghe di alimentari, non ci sono grandi spazi per i bambini o per i giovani. Ci sono, però, due gelaterie e due ristoranti, dove i locali e i bagnanti deliziano i loro palati.

In compenso abbiamo una chiesetta piccolina e raccolta che ha visto, in tanti anni, celebrare tanti riti.

E poi abbiamo Lei, la Tonnara Bordonaro, da anni in disuso ma che resiste al tempo e all’incuria, come a voler sottolineare, a voler dire che lei è lì, imponente. Che è nata insieme a questa borgata formata inizialmente da piccoli pescatori e che è il simbolo di questo borgo marinaro, diviso tra montagna e mare, tra sacro e profano.

Francesca

Un’isola paradisiaca, dal molo

 

Il fascino invernale di Vergine Maria

 

Festeggiamenti in onore di Sant’Antonino

(Ph Marianna)

Marianna

Vive a Palermo. Appassionata di fotografia, di lettura e di ogni forma d'arte (o quasi). Innamorata della Sicilia. Laureata in Lettere Moderne con una tesi sul cibo all'interno della letteratura e dei menu siciliani.

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *